• seguici su feed rss
  • seguici su twitter
  • seguici su linkedin
  • seguici su facebook
  • cerca

SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



ricordami per 365 giorni

HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO ? CLICCA QUI E REGISTRATI !

Come monitorare da quanto tempo un server Linux è in funzione: il servizio Uptimed

di :: 28 febbraio 2020
Come monitorare da quanto tempo un server Linux è in funzione: il servizio Uptimed

Ci sono vari strumenti per monitorare il tempo di esecuzione di un server.

Possiamo, ad esempio, utilizzare il comando top: fornisce la lista dei processi attivi, ed in testa, nella prima riga, indica anche da quanto tempo il server è acceso.

top - 10:26:27 up 216 days, 23:50,  1 user,  load average: 0.53, 1.15, 1.81
..........................

"up 216 days": indica quanto tempo il sistema è stato avviato, nel nostro esempio 216 giorni.

La stessa informazione la otteniamo utilizzando il comando "uptime". A differenza di "top" presenterà solo questa informazione, cioè la prima riga visualizzata dal comando top.

Tuttavia, quando si lavora su un server, si utilizzano strumenti più specifici, in grado di fornire maggiori informazioni relative all'uptime e downtime del server.

Il servizio che andiamo a presentare si chiama "Uptimed".

Installazione di Uptimed

Per i nostri test utilizziamo una distruzione CentOS. Uptimed non è disponibile nei repository predefiniti di CentOS. Pertanto è necessario abilitare il repository EPEL per poterlo installare

yum install epel-release

Abilitato il repository EPEL, possiamo procedere con l'installazione di uptimed

yum install uptimed

Ultimata l'installazione abilitiamo il servizio ad avviarsi automaticamente nel caso di riavvio del server

systemctl enable uptimed

Infine avviamo il servizio

systemctl start uptimed

Verifichiamo che il servizio sia effettivamente attivo

systemctl status uptimed

Il  risultato sarà il seguente

uptimed.service - Uptime record tracking daemon
   Loaded: loaded (/usr/lib/systemd/system/uptimed.service; enabled; vendor preset: disabled)
   Active: active (running) since mer 2020-02-26 15:13:02 CET; 4s ago
     Docs: man:uptimed(8)
           man:uprecords(1)
 Main PID: 563 (uptimed)
   Status: "Next milestone (250 days) at Tue Mar 31 15:04:22 2020"
   CGroup: /system.slice/uptimed.service
           ââ563 /usr/sbin/uptimed -f

feb 26 15:13:02 se14 systemd[1]: Starting Uptime record tracking daemon...
feb 26 15:13:02 se14 systemd[1]: Started Uptime record tracking daemon.

Bene, adesso possiamo utilizzare il servizio uptimed. Vi consiglio di riavviare il server, per fare in modo che venga registato un riavvio.

Monitorare l'uptime del server Linux

Lanciamo il servizio con il comando "uprecords"

uprecords

Il risultato sarà, ad esempio, il seguente

     #               Uptime | System                                     Boot up
----------------------------+---------------------------------------------------
     1   216 days, 01:09:18 | Linux 3.10.0-957.21.3.el  Thu Jul 25 15:04:21 2019
->   2     0 days, 00:00:28 | Linux 3.10.0-957.21.3.el  Wed Feb 26 15:14:23 2020
     3     0 days, 00:00:08 | Linux 3.10.0-957.21.3.el  Wed Feb 26 15:14:21 2020
----------------------------+---------------------------------------------------
no1 in   216 days, 01:08:51 | at                        Tue Sep 29 17:23:41 2020
    up   216 days, 01:09:54 | since                     Thu Jul 25 15:04:21 2019
  down     0 days, 00:00:36 | since                     Thu Jul 25 15:04:21 2019
   %up              100.000 | since                     Thu Jul 25 15:04:21 2019

La riga evidenziata con una freccia, nella prima colonna, indica il riavvio più recente.

Nota: per esigenze di spazio, uprecords non visualizza interamente il nome del System, bensì lo tronca. Nel nostro esempio appare "Linux 3.10.0-957.21.3.el" mentre il nome completo dovrebbe essere "Linux 3.10.0-957.21.3.el7.x86_64". Per visualizzare il nome completo utilizziamo l'opzione "-w"

uprecords -w

Ordinare il risultato per data di boot

Ordiniamo adesso per data di avvio o riavvio del server, dal più vecchio al più recente. Dobbiamo utilizzare l'opzione "-b".

uprecords -b

Il risultato sarà il seguente

     #               Uptime | System                                     Boot up
----------------------------+---------------------------------------------------
     1   216 days, 01:09:18 | Linux 3.10.0-957.21.3.el  Thu Jul 25 15:04:21 2019
     2     0 days, 00:04:08 | Linux 3.10.0-957.21.3.el  Wed Feb 26 15:14:21 2020
->   3     0 days, 00:04:31 | Linux 3.10.0-957.21.3.el  Wed Feb 26 15:14:23 2020

Se vogliamo invetire l'odine utilizziamo l'opzione "-B", maiuscolo anzichè minuscolo

uprecords -B
     #               Uptime | System                                     Boot up
----------------------------+---------------------------------------------------
->   1     0 days, 00:06:05 | Linux 3.10.0-957.21.3.el  Wed Feb 26 15:14:23 2020
     2     0 days, 00:05:08 | Linux 3.10.0-957.21.3.el  Wed Feb 26 15:14:21 2020
     3   216 days, 01:09:18 | Linux 3.10.0-957.21.3.el  Thu Jul 25 15:04:21 2019

Visualizzare il numero di riavvii (uptime) del server

Quando si esegue il comando uprecords, senza alcuna opzione, verrà visualizzato il riepilogo dei primi 10 riavvii.

E' possibile tuttavia cambiare questa impostazione di default utilizzando l'opzione "-m" seguito dal numero di riavvii che vogliamo visualizzare. Ad esempio, per visualizzare i primi 20 record digitiamo:

uprecords -m 20

Visualizzare il tempo di inattività (downtime) del server

Di defatult, uprecords visualizzata l'uptime. Per visualizzare il downtime utilizziamo l'opzione "-d"

uprecords -d

Il risultato sarà il seguente.

     #               Uptime |        Last downtime                       Boot up
----------------------------+---------------------------------------------------
     1   216 days, 01:09:18 |     0 days, 00:00:00      Thu Jul 25 15:04:21 2019
->   2     0 days, 00:18:35 |   0 days, 00:-18:-06      Wed Feb 26 15:14:23 2020
     3     0 days, 00:18:08 |     0 days, 00:00:42      Wed Feb 26 15:14:21 2020
----------------------------+---------------------------------------------------
no1 in   216 days, 00:50:44 | at                        Tue Sep 29 17:23:41 2020
    up   216 days, 01:46:01 | since                     Thu Jul 25 15:04:21 2019
  down   0 days, 00:-17:-24 | since                     Thu Jul 25 15:04:21 2019
   %up              100.006 | since                     Thu Jul 25 15:04:21 2019

Altre opzioni

Il servizio Uptimed presenta molte altre opzioni. Possiamo visualizzarle con il comando "man" che, come sicuramente sapete, visualizza le "manual pages".

man uprecords
 
pay per script

Hai bisogno di uno script PHP personalizzato, di una particolare configurazione su Linux, di una gestione dei tuoi server Linux, o di una consulenza per il tuo progetto?

 
 
 
x

ATTENZIONE